IRRIGAZIONE DELLE PIANTE IN VACANZE

IRRIGAZIONE DELLE PIANTE IN VACANZE

Abbiamo trascorso l’anno prendendoci cura delle nostre piante per renderle fresche e belle, ma quando arriva l’estate e saremo lontano arriva il problema: chi le annaffierà?. Si può sempre chiedere un favore a un parente o un vicino, ma se non si ha nessuno che ci possa fare questo favore e se non si dispone di un impianto di irrigazione automatico, ecco alcune soluzioni.

– METTERE INSIEME TUTTE LE PIANTE. Metterle in un luogo ombreggiato e il più fresco possibile, così si crea un microclima umido, impedendo all’acqua di evaporare con tanta facilità.

– UTILIZZO DI CONI DI PORCELLANA POROSA. Questi coni si inseriscono nella terra del vaso a testa in giù (come si vede nella foto). Nell’apertura superiore dei coni si può inserire in una bottiglia di plastica con un mezzo litro d’acqua, oppure inserire un tubo nell’apertura superiore del cono e l’altra estremità si mette in un contenitore con acqua. La stessa pianta è in grado di assorbire l’acqua che serve. Si stima che una pianta ha bisogno da un quarto ad un litro d’acqua alla settimana, a seconda delle dimensioni.

– METTERE CIOTTOLI sul fondo di un contenitore, che può essere un secchio o una ciotola, e coprirli con acqua. Poi si posiziona la pianta sopra, in modo che le radici non vengano a contatto con l’acqua per evitare che le radici marciscano.

Con qualsiasi di queste soluzioni, troveremo le nostre piante ben annaffiate dopo le vacanze.