LA STANCHEZZA: SEGNALE D’ALLARME

LA STANCHEZZA: SEGNALE D’ALLARME

Forse il titolo vi pare un po’ esagerato, può darsi che la stanchezza che si sente sia soltanto il risultato di giorni impegnati, di un lavoro intenso, ecc. Se è così basterà riposare per recuperare la vitalità normale. Ma capita a volte, che la stanchezza è la manifestazione con cui l’organismo ci dice che c’è qualcosa che non va, cioè, che c’è un’alterazione e che può essere importante.
Tutte le volte che ci si senta stanche senza una causa logica si deve andare dal medico. Succede spesso che non ci andiamo perché ci sembra che sentirsi stanche non è proprio un disturbo, ma può nascondere qualcosa d’importante.
Facciamo un ripasso delle cause che possono provocare stanchezza.

Una delle più comuni è l’ipotiroidismo, basterà andare dal medico e fare un’analisi del sangue per ottenere la diagnosi.

Può darsi che ti manchino vitamine per un’alimentazione squilibrata o per una cattivo assorbimento degli alimenti dovuto a un problema intestinale.

Dormi ma non riposi. Le apnee nel sogno sono il risultato di una scorretta ossigenazione e non ci si riposa abbastanza. Possono essere dovute all’ipertensione arteriosa, che di giorno ti provocherà sonno e mal di testa.

Prendi qualche medicina tipo antinfiammatori, antipertensivi, antidepressivi, diuretici? Tutte queste medicine possono provocare stanchezza come uno dei loro effetti secondari.

La tua stanchezza può essere il risultato di una anemia, le cui cause sono parecchie, e bisogna fare una revisione medica completa per trovarne l’origine.

La stanchezza è uno dei principali sintomi della fibromialgia e sindrome da fatica cronica.

Quando si soffre di artrite o artrosi, il dolore che provano le persone colpite a lungo andare provoca stanchezza.

Un’alterazione del glucosio può alterare l’ottenimento di energia e uno dei segni è la stanchezza.